Cibi da evitare e/o con tossicità provata

Nel presente elenco non sono presenti cibi o integratori o altro di cui non si conosce una effettiva tossicità per il cane o il gatto.

Alcool

L’alcool, anche in piccole dosi, può portare diarrea, vomito, difficoltà di respiro, movimento scoordinato, tremori, e nei casi gravi di intossicazione coma e morte. Questo perchè cani e gatti hanno un fegato più delicato del nostro e che ha maggiore difficoltà a metabolizzare alcool e altri composti.

Avocado

Uccelli, scimmie, conigli , cavalli, pecore e capre non dovrebbero entrare in contatto con l’avocado che può portare a problemi cardiovascolari, gonfiori a testa e collo. Nei casi gravi la morte. L’avocado(tutta la pianta non solo il frutto) contiene la persina, che è una tossina fungicida prodotta dalla pianta per difendersi, appunto, dagli attacchi di muffe e funghi. Per l’uomo non è tossica, ma può avere appunto conseguenze letali per gli animali domestici. La tossicità dipende dalla dose.

Birra e luppolo

La birra ha come ingrediente base anche il luppolo, che è estremamente tossico per i cani. Purtroppo non è stata ancora identificata la molecola responsabile ma dopo aver ingerito la birra si può avere febbre molto elevata, per cui è necessario l’intervento del veterinario. La dose di birra varia a seconda della quantità di luppolo utilizzato nella birra che il cane ha ingerito.

Cachi

Non ci sono dati scientifici su una tossicità effettiva, ma si pensa che vi possano essere problemi consumando il caco intero con nocciolo che può portare a ostruzione intestinale, ad esempio in un cane piccolo. Se il cane invece ha sintomi come di nausea dopo aver ingerito polpa di caco, specie se acerbo, è solo una reazione ai tannini presenti nel frutto.

Caffeina, teina, teobromina (caffe, te e cacao o cioccolato)

Queste tre sostanze, simili, sono molto tossiche per il cane e il gatto. Circa 150mg/kg di caffeina sono tossici e corrispondono ad una tazzina di caffè, ma il discorso cambia con il caffè in polvere in cui la sostanza è più concentrata. La dose di teobromina tossica è di 40mg/kg di peso. Il cioccolato fondente contiene più teobromina del cioccolato al latte, in quanto contiene più cacao. Attenzione perché anche il burro di cacao (cioccolato bianco) ne contiene.
Per la teina la dose tossica è molto alta, 150 mg/kg di peso vivo quindi in circa 20 tazze di tè. Se mangia la bustina o se fate un tè molto carico, o date tè in bottiglia o comunque prodotto già pronto commerciale, i livelli di teina sono molto più elevati.
Attenzione sono sostanze che resistono ad elevate temperature, ecco perché anche biscotti, dolci, tavolette, ecc sono pericolosi.
Sono stimolanti del sistema nervoso con aumento del ritmo cardiaco e respiratorio, che diventano irregolari se la dose ingerita è elevata. Si hanno quindi iperattività,  tremori, respiro affannoso, e anche svenimento e coma nei casi gravi. I sintomi compaiono circa dopo 4-6 ore dall’ingestione.

Erba cipollina, aglio, porro, scalogno e cipolla

Tutte le piante del genere Allium sono tossiche, in misura diversa e la tossicità dipende dalla dose. Contengono infatti il disolfuro-n-propile e altri composti simili, che si legano ai globuli rossi e in particolare all’emoglobina. Il cane a differenza dell’uomo non riesce a staccare queste sostanze, l’emoglobina è incapace di trasportare ossigeno e il globulo rosso danneggiato viene eliminato. Nei casi gravi quindi si può avere anemia e i sintomi possono comparire anche nei giorni seguenti l’ingestione. In linea di massima 15gr di aglio fresco/kg di peso sono tossici (vale anche per la cipolla), ma considerate che nei cibi cotti e nei preparati disidratati si ha una concentrazione maggiore di sostanza rispetto il fresco. L’aglio in particolare contiene anche allicina e aioene, oltre quelle presenti anche nella cipolla . Per questo l’aglio può portare, oltre che anemia, anche vomito, diarrea e dolori addominali perchè queste due molecole sono irritanti per l’intestino.

Funghi

I funghi sono da evitare in linea generale, in quanto molte molecole che per noi sono velenose non lo sono per i cani, ma anche molte molecole innocue per noi possono essere tossiche per loro. Le micotossine hanno sia sintomi veloci come vomito, diarrea, allucinazioni, lacrimazione, etc oppure danni epatici o renali anche gravi che possono comparire dopo 12 o 36 ore.

Integratori vitaminici e di sali minerali

Gli integratori vitaminici e di sali minerali per uso umano non andrebbero usati per gli animali, specialmente se contengono ferro. Infatti spesso contengono concentrazioni di minerali e vitamine molto diverse, e poichè i cani e i gatti hanno sensibilità ed esigenze diverse dalle nostre, è meglio evitare. Inoltre le compresse o altro sono dosate sull’uomo, quindi a meno che non abbiate un cane di almeno 50 kg, viene anche difficile il dosaggio.

Latte e latticini

Non sono cibi tossici! Ma bisogna darli con cautela negli animali adulti perchè vi può essere una incapacità di digerire il latte a causa della carenza o mancanza della lattasi che digerisce il lattosio. Anche negli animali adulti però può essere presente in modo adeguato e può anche ritornare ad essere prodotta dopo somministrazione di cibi contenenti lattosio. Se volete escludere i problemi potete dare latticini senza o con poco lattosio, come lo yogurt.

Limone

Foglie, steli, bucce, semi e frutti di piante e frutti di agrumi contengono acido citrico. L’acido citrico insieme agli oli essenziali presenti nelle piante di agrumi può provocare irritazioni e depressione del sistema nervoso centrale. In piccole dosi si ha solo qualche disturbo gastrico, ma se mangiati in quantità può dare disturbi anche importanti.

Macadamia noci

Le noci di macadamia sono presenti in molti snak per l’uomo, oltre che come frutta secca da consumare. Inoltre spesso si usa l’olio di macadamia nei prodotti cosmetici o come olio puro, e anche in questi prodotti è tossico se ingerito. Non si conosce ancora esattamente il composto contenuto che causa i problemi, ma si sa che circa 20gr di noci pulite/kg di peso sono già tossiche. I sintomi sono vomito, tremori, sonno, paralisi degli arti. I sintomi compaiono da 3 a 12 ore dopo l’ingestione.

Noce moscata

La noce moscata si ottiene dal frutto di una pianta indonesiana ed è una spezia abbastanza comune in cucina. Ha un effetto tossico anche nell’uomo, ma si trova normalmente in tracce nei cibi. Il problema è che se cade il barattolo il cane o il micio non dovrebbero mangiarla perchè ha un odore e sapore molto forti. Però se ingeriscono cibi che la contengono (come la besciamella) si possono avere dei problemi a causa della miristicina, una sostanza che induce una stimolazione continua del sistema nervoso, con allucinazione, vomito, aumento della frequenza cardiaca, convulsioni, etc I sintomi possono rimanere almeno 48 ore.

Olio di cocco e noce di cocco

In generale qualsiasi prodotto a base di cocco, se dato in dosi eccessive può dare disturbi gastrointestinali. Infatti si ha vomito e diarrea e l’acqua di cocco ha un contenuto eccessivo di potassio.

Pasta lievitata e lievito di birra (impasto per il pane)

L’impasto con lievito fresco arriva nello stomaco dove i lieviti trovano la giusta temperatura per iniziare a proliferare e producono gas. Il gas dello stomaco può causare un aumento delle dimensioni dello stomaco (che ricordo nel cane è particolarmente estensibile) con dilatazione e possibile torsione gastrica. Inoltre l’etanolo prodotto dalla lievitazione viene assorbito dal sangue con perdita di coordinazione, perdita di controllo della vescica, depressione anche respiratoria, e morte. Quindi se il cane ingerisce un impasto per pane o pizza, andare subito dal veterinario!!
Il lievito fresco invece , a parte che può comunque lievitare nello stomaco e produrre gas ed etanolo (certo in quantità molto inferiore rispetto un impasto), può favorire l’insorgenza di malassezie e altre infezioni fungine.

Susine , albicocche, pesche, ciliegie

I frutti di per se NON SONO TOSSICI. Ma il seme contiene l’amigdalina che se si mangia in grandi quantità è tossica. L’amigdalina viene modificata dai batteri intestinali e si ha la produzione di cianuro, che viene poi assorbito a livello intestinale. Il cianuro è un veleno mortale.

Tabacco

E’ contenuto in sigarette, sigari, tabacco da pipa o da masticare. La nicotina in esso contenuto ha un effetto tossico, e la dose tossica è circa il 2% del peso del cane, quindi non poca. Ma per un cane molto piccolo, il pericolo è maggiore.
I sintomi clinici, piuttosto rapidi sono vomito, nausea, spasmi, problemi di deambulazione, e anche depressione respiratoria.

Uve e uve secche (uva passa)

L’uva e la varietà secca della frutta possono portare a insufficienza renale in alcuni casi. Ancora non si conosce la causa e quindi la sostanza che provoca il danno renale, ma proprio per questo è meglio evitare la somministrazione. La dose tossica stimata comunque è di 3gr di uva fresca (meno se uvetta o uva secca) /kg di peso.

Xilitolo

Si trova in alcuni dolci, gomma, dentifricio e prodotti da forno. Lo xilitolo provoca un rilascio di insulina nella maggior parte delle specie di animali da compagnia, che può portare a ipoglicemia . I sintomi sono perdita di coordinamento, letargia e in casi gravi danni epatici.

Il contenuto di questo articolo non può essere copiato, divulgato, modificato o reso accessibile a terzi senza previa autorizzazione firmata da parte di Annalisa Barera, autrice. 2017

Scroll to Top

INFORMATIVA BREVE
Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra sul tuo dispositivo. Per maggiori informazioni e per cambiare le tue scelte, visita la pagina di Privacy Policy e Cookie che contiene anche l'informativa estesa.
Cliccando su Accetto verranno installati i cookie. Privacy Policy e Cookie

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi