Come educare un gatto

gatto seduto

Avreste mai pensato di poter insegnare ad un gatto alcuni semplici comandi? Mai, ammettiamolo.

E rimaniamo stupiti quando vediamo, raramente, è vero, dei gatti ammaestrati in televisione! In realtà è possibile insegnare qualche comando, sempre tenendo conto che a differenza del cane, al gatto non importa molto di compiacere noi: dobbiamo noi trovare qualcosa che lo stimola. Alcuni gatti potrebbero non imparare mai, altri imparare ma rispondere solo quando si sentono pronti, e altri invece possono diventare molto bravi.

Non aspettatevi una risposta immediata, anzi non aspettatevi proprio una risposta, ma utilizzate questi esercizi per imparare a osservare il vostro gatto e conoscerne la personalità. Inoltre può creare un legame di fiducia maggiore e di maggiore comprensione, e non parlo del gatto ma di chi magari ancora pensa di avere in casa un animale poco socievole.

Cosa ci servirà? Un gatto… un clicker, ricompense appetitose (snack essiccati, snack per gatti, pezzettini di carne, etc), e tanta, tanta, tanta pazienza.

Ecco come educare un gatto!

Seduto e terra

Dovete essere molto attenti, ovvero dovete aspettare che il gatto si sieda o si metta a terra spontaneamente. Appena lo fa, dite subito la parola seduto o terra, premete il clicker e dare la ricompensa.

Secondo l’autore, si arriva all’obbedienza al comando dopo 10/50 ripetizioni, dipende dalla personalità del gatto.

Il gatto di solito si siede o si sdraia a comando ma non mantiene la posizione. Secondo il mio parere va bene già così, insegnare anche un resta mi sembra eccessivo, considerato che è un esercizio fine a se stesso, e soprattutto il gatto può perdere interesse alla motivazione facilmente e per insegnare il resta invece il processo è molto lungo.

Con la stessa tecnica potete insegnare a saltare: potete indurre il gatto a saltare o in braccio a voi o per rincorrere un oggetto e usare la parola salta + premio + clicker.

Vieni qui

Premetto che i miei gatti lo fanno spontaneamente, sia se li chiamo sia se semplicemente allungo le braccia con le mani aperte verso di loro, può essere piacevole insegnarlo ai gatti che non lo fanno. Se manipolate i gattini sin da quando li prendete, verranno da voi spontaneamente, perché associano gesti e parole ad un momento piacevole, ma se avete preso un gatto adulto o nessuno vi ha spiegato come fare, glielo dovete insegnare.

Attiriamo il gatto con la ciotola o chiamandolo o aspettiamo che venga da noi spontaneamente. Non dovete partire con il comando quando è già arrivato da voi, ma mentre si avvia. Dite la parola vieni o qui e premere il clicker dando anche la ricompensa.

Servono come sempre varie ripetizioni e può essere utile per insegnare ad un gatto il proprio nome.

Dammi la zampa

Questo esercizio è un gioco puro, il gatto solleva la zampa e prende il premietto.

Appena il gatto solleva la zampa, sollecitato dal premio, dite la parola zampa e date la ricompensa + premietto.

Ripetere sino a quando il gatto alla parola zampa, allunga la zampa anche se non avete ancora fatto vedere il premietto.

Alcuni gatti lo fanno spontaneamente se chiedono attenzione o cibo, quindi tra i tre comandi visti è quello più semplice da canalizzare.

Riportare un oggetto

Infine possiamo insegnare al gatto a riportare un oggetto. Basta legare l’oggetto ad un filo (possiamo usare anche i giochi appositi con bastoncino e filo a cui si possono attaccare pallini, corde, topolini di stoffa, etc).

Lanciare il gioco, aspettare che il gatto lo prende e tirare verso di voi il gioco lentamente in modo che il gatto non lo lasci del tutto.

Appena arriva da voi, dire porta e ricompensare.

Attenzione che il gatto non deve mai correre verso di voi senza l’oggetto.

Le tecniche sono tratte dal libro: tutto sulla psicologia del gatto, di Johel Dehasse, PVI 2008

Il contenuto di questo articolo non può essere copiato, divulgato, modificato o reso accessibile a terzi senza previa autorizzazione firmata da parte di Annalisa Barera, autrice.

Scroll to Top

INFORMATIVA BREVE-Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra sul tuo dispositivo. Per maggiori informazioni e per cambiare le tue scelte, visita la pagina di Privacy Policy e Cookie che contiene anche l'informativa estesa-Cliccando su Accetto verranno installati i cookie. Privacy Policy e Cookie

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi